top
spacer

Conservazione
Paikuli
Slemani Museum
Ostia Antica

spacer
CONSERVAZIONE

INTRODUZIONE

Nell'ambito del Paikuli Project lo staff destinato alla conservazione segue una duplice finalità: la prima legata alla tutela, alla conservazione e allo studio dei materiali costitutivi il monumento di Paikuli e la seconda diretta al personale tecnico del museo di Slemani e con un orientamento alla formazione legata alla conservazione del materiale archeologico, quindi, più in generale, volta alla composizione di una squadra di addetti locali che possa occuparsi del corretto restauro e delle esigenze conservative specifiche di ogni singolo reperto custodito nel Museo.
Si intuisce facilmente l’enorme importanza della corretta formazione del personale responsabile della conservazione dei reperti archeologici, non solo di quelli custoditi nel Museo, ma di quelli distribuiti nei numerosi scavi presenti in tutta la regione del Kurdistan iraqeno. Il patrimonio storico che questa regione possiede è di tale importanza da avere la necessità di essere curato da un organico di addetti che si occupino della sua tutela e che siano a conoscenza dei fondamenti della conservazione quale la si intende oggi in Europa e in maggior grado in Italia.

PAIKULI

I blocchi iscritti o che presentassoro modanature o lavorazioni riconoscibili e che fossero ancora presenti nell'area dello scavo in Paikuli sono stati trasportati al museo di Slemani per ragioni conservative e per evitare eventuali furti.
Inoltre è stato eseguito un primo studio sui materiali costitutivi del monumento i cui risultati saranno presto pubblicati in questa sezione.

SLEMANI MUSEUM

Nel corso della missione, per i blocchi iscritti del monumento di Puikuli, sono stati messe a punto, insieme con il personale del Museo, norme e regole che potessero prevenire le più comuni complicazioni conservative o sanare eventuali danneggiamenti già in essere.
Per questo motivo i reperti provenienti dal Monumento di Paikuli, sono stati trasferiti nel museo di Slemani da un ambiente in cui non erano fruibili, ad uno più ampio e adatto, in cui potessero essere facilmente osservati ed in cui gli eventuali interventi di restauro fossero possibili.

 

Rapporto tecnico sui lavori di conservazione in inglese (pdf - 3.972 KB)

OSTIA ANTICA
Durante il periodo ottobre-dicembre 2007, è stato seguito un percorso di formazione sulla conservazione dei beni archeologici per il personale kurdo del Museo di Slemani.
Il corso si è incentrato sulle tecniche di conservazione e di manutenzione del materiale archeologico.
Inoltre, quale attività di cantiere, sono state eseguite le operazioni di stacco, riposizionamento e pulitura del mosaico non figurato presente nell'area del Cortile di Dioniso.
Contemporaneamente sono state impartite numerose lezioni sul campo finalizzate alla comprensione dei materiali costitutivi delle strutture archeologiche romane e su prodotti e tecniche in uso per la conservazione del materiale archeologico.

 

Rapporto tecnico sui lavori di conservazione (pdf - 3.259 KB)

 

 

 

PAIKULI PROJECT © Copyright 2005 - 2008 e-mail: paikuli@paikuli.org - webmaster Dario Marletto

Valid CSS!

Valid HTML 4.01!